Blog: http://Kazantou.ilcannocchiale.it

Farfalla

Premessa: qualcuno potrebbe non credermi, ma l'evento che sto per raccontare è realmente accaduto.                            

Lo scorso pomeriggio , mentre svolgevo compiti di trascurabile importanza, ad un tratto volsi lo sguardo verso la finestra. E vidi che sul davanzale, al di là della zanzariera abbassata, si era posata una farfalla; era bellissima. Mi avvicinai, per poterla osservare meglio in tutto il suo splendore, ma ben presto mi resi conto che dovevo essere cauto: un movimento brusco o improvviso l'avrebbe fatta volare via. Non solo : vi era un ostacolo così apparentemente semplice, ma allo stesso tempo insormontabile, cioè la zanzariera; qualunque tentativo di rimuovere quella barriera, avrebbe fatto volare via la farfalla.
Non avendo alternative, mi fermai davanti la finestra, e continuai a guardarla, senza dire una parola. Poco dopo, la farfalla se ne andò. Lasciandomi con le mie riflessioni.
Alcune persone sono proprio come quella farfalla : si ci deve accontentare di  ammirarle da lontano; ti puoi avvicinare a loro solo fino ad certo punto. Qualsiasi conversazione, sguardo, persino risata è bloccato, distorto da un ostacolo quasi invisibile ma allo stesso tempo ben evidente, come una zanzariera. Poco importa se si hanno buone intenzioni : a prescindere dai tuoi sentimenti, se ci si avvicina troppo o se si forza il contatto, la farfalla vola via, per non tornare più, lasciandoti un vuoto dentro. Ed è una cosa che non vuoi che accada. E quindi non resta che continuare a guardarla, senza potersi avvicinare di più.

Pubblicato il 11/11/2006 alle 0.16 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web