.
Annunci online

Kazantou
Fly with me...


Diario


21 febbraio 2007

Rozenkristall


Non so se qualche volta vi sia mai capitato di provare una sensazione  di estrema fragilità interiore, uno stato in cui una semplice parola, gesto o sguardo hanno la capacità come di frantumarvi in mille pezzi. Ovvero, chissà se, come me, qualche volta vi è sembrato di essere proprio come una rosa di cristallo, delicata, trasparente, senza alcuna difesa.
Similmente, mi chiedo se vi è mai capitato di sentirvi così fragili, da temere che una profonda emozione interiore possa distruggervi allo stesso modo.
Per me, ogni volta che è capitato, è stata una sensazione di terribile paura e vulnerabilità. E quando si viene infranti, non è per niente facile rimettere a posto tutti i frammenti.




permalink | inviato da il 21/2/2007 alle 14:28 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa


4 febbraio 2007

Matassa




Certe volte ho come l'impressione che la vita sia simile ad una matassa, tutta ingarbugliata. Una serie di lunghi fili, sempre diversi, che si intrecciano continuamente. Questa matassa, è come se si trovasse tra le nostre mani: il nostro desiderio è riuscire a scioglierla completamente, per poterla così riordinare come vogliamo. Ma non è un'impresa facile. Liberarci da ogni singolo nodo ci costa molto tempo e fatica, in più spesso capita che altri nodi, che prima non c'erano, o non avevamo notato, appaiano all'improvviso. E ogni volta che ciò accade, sembra quasi che gli sforzi siano insufficienti. Mi domando : ci sarà mai una fine in questa impresa? Riusciremo a districare in tempo la nostra matassa?




permalink | inviato da il 4/2/2007 alle 23:20 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


28 dicembre 2006

Candela

Quando ci sentiamo soli, è come vivere in un ambiente illuminato da poche candele: non abbiamo idea di quanto sia grande il posto in cui ci troviamo, e siamo in grado di vedere solo poche cose, perlopiù di scarsa importanza.La comparsa, nella nostra vita, di una persona importante, è come il sorgere di un sole che, improvvisamente, rivela tutto ciò che non riuscivamo a capire o vedere. Presto ci rendiamo conto di quanto grande fosse in realtà il posto in cui ci trovavamo, ed ora tutto è più chiaro, e non abbiamo più esitazioni nel muoverci. Tuttavia, soprattutto all'inizio, abbiamo anche paura che, questa luce così bella di colpo svanisca, e faremmo qualunque cosa, anche avventata e stupida, affinchè ciò non accada. Ci sentiamo, comunque, felici.
Ma, se un giorno questa persona dovesse realmente allontanarsi da noi, allora subito ripiomberebbero il freddo e le tenebre. Una acuta sofferenza ci impedirebbe di vedere qualsiasi cosa, e immagineremmo di passare il resto della nostra vita nel vuoto... Invece, non appena i nostri occhi si saranno riabituati al buio, ci renderemmo conto che le nostre candele, in realtà, non si sono mai spente: semplicemente, con tutta quella luce, non prestavamo loro alcuna attenzione. Adesso, quelle stesse candele, che prima abbiamo trascurato, rappresentano i punti di riferimento per la nostra vita. In attesa che torni il sole.





permalink | inviato da il 28/12/2006 alle 3:29 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


16 novembre 2006

Viaggio

La sezione "Foglie di Aprile" raccoglierà testi di canzoni, o parte di essi, che per un qualche motivo ritengo significativi. Il modo in cui questo sarà fatto è un pò particolare, e spero che il risultato finale risulti gradevole.

Aggiornamento: finchè non capisco un pò meglio come "filtrare" i post , questa nuova sezione non sarà avviata... non sopporto che si mescolino post appartenenti a categorie diverse




permalink | inviato da il 16/11/2006 alle 23:25 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa


14 novembre 2006

Piuma

Premessa 1: La riflessione di questo post non è completamente mia, nel senso che mi è stata indirettamente ispirata da alcune frasi talmente ricche di poesia da non poter lasciare del tutto indifferenti.

Premessa 2 : Avete presente i “globi di neve” ( si chiameranno cosi??), cioè quei giocattoli costituiti da una sfera di acqua, che se sono scossi fanno come nevicare continuamente sul paesaggio che è costruito all’interno? Bene, teneteli presente, poiché li richiamerò più avanti.

Ogni sogno è una piuma, che leggera volteggia intorno a noi. In origine, queste piume  facevano tutte parte delle nostre meravigliose ali che, quando siamo nati, si sono come smembrate, disperdendo ovunque la loro anima. Riottenere i frammenti dei sogni, per poter infine ricostituire  le nostre ali, è il desiderio più intimo. Anche se alcune sembrano continuamente sfuggirci o addirittura scompaiono, nessuna piuma è, in realtà, persa per sempre. Prima o poi, esse ritorneranno da noi, proprio come la neve ritorna continuamente nel “globo”. Tanto più siamo felici, tanto più c’è amore nella nostra vita, più brilleranno le nostre ali. Senza mai arrenderci,continuiamo la nostra ricerca , perché il tempo a disposizione è limitato.
Alla fine, forse, ciò che più conterà sarà la grandezza delle ali. Ma fin quando siamo qui, l’unica cosa che ha valore è la loro luminosità. Perché una vita senza amore è come una continua burrasca, dove anche le ali più robuste, prima o poi, cedono.





permalink | inviato da il 14/11/2006 alle 14:52 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa


11 novembre 2006

Arcobaleno

L' arcobaleno è sicuramente uno degli spettacoli più affascinanti da vedere. Sorprende che un evento così bello e ricco di colore possa scaturire da un avvenimento grigio come la pioggia.  Credo che tutti, almeno una volta, abbiamo desiderato di avvicinarci così tanto da poterlo toccare, ed essere inondati da quello splendido colore ed avere almeno un secondo di pura gioia spensierata. La realtà, nostro malgrado, è che si tratta di un desiderio irrealizabile : per quanto ci avviciniamo, esso risulterà sempre distante, e addirittura, se ci avviciniamo troppo, allora scomparirà del tutto. E' come un miraggio, una pura illusione : anche se è chiaramente davanti a noi , non saremmo mai in grado di raggiungerlo. Dispiace che invece la grigia pioggia sia fin troppo tangibile. Mi chiedo, perchè l' accesso alle cose belle e alla felicità ci è in parte precluso, mentre il contatto con la tristezza e il dolore è fin troppo presente nella nostra vita? Per quanto mi sforzi, non trovo risposta.




permalink | inviato da il 11/11/2006 alle 0:22 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


11 novembre 2006

Farfalla

Premessa: qualcuno potrebbe non credermi, ma l'evento che sto per raccontare è realmente accaduto.                            

Lo scorso pomeriggio , mentre svolgevo compiti di trascurabile importanza, ad un tratto volsi lo sguardo verso la finestra. E vidi che sul davanzale, al di là della zanzariera abbassata, si era posata una farfalla; era bellissima. Mi avvicinai, per poterla osservare meglio in tutto il suo splendore, ma ben presto mi resi conto che dovevo essere cauto: un movimento brusco o improvviso l'avrebbe fatta volare via. Non solo : vi era un ostacolo così apparentemente semplice, ma allo stesso tempo insormontabile, cioè la zanzariera; qualunque tentativo di rimuovere quella barriera, avrebbe fatto volare via la farfalla.
Non avendo alternative, mi fermai davanti la finestra, e continuai a guardarla, senza dire una parola. Poco dopo, la farfalla se ne andò. Lasciandomi con le mie riflessioni.
Alcune persone sono proprio come quella farfalla : si ci deve accontentare di  ammirarle da lontano; ti puoi avvicinare a loro solo fino ad certo punto. Qualsiasi conversazione, sguardo, persino risata è bloccato, distorto da un ostacolo quasi invisibile ma allo stesso tempo ben evidente, come una zanzariera. Poco importa se si hanno buone intenzioni : a prescindere dai tuoi sentimenti, se ci si avvicina troppo o se si forza il contatto, la farfalla vola via, per non tornare più, lasciandoti un vuoto dentro. Ed è una cosa che non vuoi che accada. E quindi non resta che continuare a guardarla, senza potersi avvicinare di più.




permalink | inviato da il 11/11/2006 alle 0:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa


11 novembre 2006

Istinto

Cose molte brutte accadono quando l'istinto prende il sopravvento sulla ragione. Magari, lì per lì uno si sente soddisfatto e\o appagato, e magari anche molto fiero di sè. Si tratta di una breve sensazione, piacevole ma pronta a scomparire, proprio come una bolla di sapone. Quello che resta, sono le conseguenze. E bisogna affrontarle, o meglio, bisogna sapere come affrontarle. Sorgono i dubbi, i rimorsi; ma nulla è perduto, perchè a tutto c'è rimedio. Chiaramente, esistono anche le eccezioni : non sto mica insinuando che bisogna sempre reprimere la propria natura (ciò è un grosso errore). La difficoltà è questa: decidere, volta per volta, a chi dare retta tra la ragione e l'istinto. E, sfortunatamente per noi, quasi mai è possibile determinarlo a priori.




permalink | inviato da il 11/11/2006 alle 0:7 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


26 ottobre 2006

Principio

Dietro consiglio di una carissima persona, ho deciso di testare questa piattaforma per i blog :)
Non vi è dubbio alcuno che mi regalerà una soddisfazione infinita rispetto allo Space ( che personalmente detestavo fin dal principio ma che per pigrizia mentale ho deciso comunque di aprire), ma voglio proprio vedere se mi convincerà appieno. Al più presto provvederò alla 'importazione' dei vecchi post.




permalink | inviato da il 26/10/2006 alle 21:26 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa
sfoglia     dicembre       
 
 




blog letto 20756 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario
Foglie di Aprile

VAI A VEDERE



CERCA